Fratelli d’Italia!?




Veneto | Debora Franchetto | 7 ottobre 2011 alle 14:07

Rieccomi dopo un po’ di tempo,tempo che ho trascorso serenamente godendomi la magnifica estate passata e riflettendo su molte cose.

E’ passato quasi un anno dalla grande alluvione e le cose non sono cambiate poi molto! Ma a parte questo che è un discorso che interessa solo una parte di cittadini anche il resto non lascia ben sperare in un futuro roseo!

Ed io ritorno a domandarmi quale sarà il futuro dei nostri figli? Che cosa possiamo aspettarci da uno stato che dovrebbe salvaguardare i propri cittadini,dovrebbe assicurargli almeno l’istruzione e la sanità ma non è in grado di fare nemmeno quello? Per non parlare di casa e lavoro! E lo sport? Se si vuole far intraprendere uno sport ai propri figli, non solo ti devi pagare tutto ma devi anche andare da una parte all’altra per trovare delle strutture idonee e in buono stato. Non certo come la palestra del mio paese, posta in una scuola chiusa perchè dichiarata pericolante, ma dove tutt’ora le scuole sono costrette a frequentare perchè nella nuova scuola inaugurata 2 o 3 anni fa non c’è la palestra! E se questa palestra, che viene anche affittata alle varie associazioni sportive,  sfortunatamente dovesse crollare con i bimbi all’interno di chi sarà la responsabilità? Magari si darà la colpa ad un meteorite di passaggio………..in Italia funziona così, o ai bambini che in quel momento si trovavano all’interno della struttura!

Le istituzioni non sono dalla parte dei cittadini, si occupano solo di farti pagare e di controllare che tu abbia pagato tutto, ma non certo si preoccupano di darti dei servizi essenziali in buono stato e funzionanti! Ma noi intanto paghiamo e paghiamo ancora in più nonostante quello che viene trattenuto nelle buste paga, paghiamo un tichet di 10 euro a ricetta, sia adulti che bambini,tanto che se gli esami ce li facciamo privatamente spendiamo meno! E’ questa sarebbe la tutela dei cittadini? I conti pubblici non quadrano,vanno fatti rientrare ma sulle spalle nostre, non certo su quelle di chi non è stato capace di farli sti conti…………….

Per far valere i nostri diritti ci dobbiamo rivolgere ai programmi televisivi altrimenti nessuno ci ascolta! Ingiustizie, abusi, sopprusi, accanimenti, multe, inginzioni, pignoramenti, mai un “arrivederci e grazie”.

E ancora e ancora, ne potremmo dire a bizzeffe, ma non ci aiuta certo ad andare avanti!

Fratelli d’Italia, declassati, delusi, sfiduciati, amareggiati………………..che si fa ora?

Ma dove sta il problema? Tanto in tv non si parla altro che di “bunga bunga”, intercettazioni telefoniche, feste da sogno, fallimenti ed evasioni fiscali che poi si risolvono con poche briciole, perizomi famosi e seni rifatti! Tutto normale come sempre, tanto son queste le cose che vogliamo sentirci dire, dicono!?

Povera Italia! Io non lo so più se voglio continuare ad essere italiana! Non è questo il paese che sognavo per le mie figlie! Preferirei andare in una terra sperduta con un gregge di pecore e una mandria di bufali, forse almeno riuscirei a salvare la salute! Parole dure, ma è dura anche continuare a far finta di niente e sperare che le cose migliorino!

Godiamoci queste belle giornate d’autunno, e prepariamoci all’arrivo delle burrasche di stagione; noi i piani inferiori li abbiamo già liberati!

 


Ti è piaciuto questo articolo? CONDIVIDILO!


Veneto su Facebook: ti piace? Sottoscrivi il nostro feed RSS

Citycool su Facebook





Articolo scritto da Debora Franchetto

Debora Franchetto Debora Franchetto 42 anni, vive a Montebello Vicentino. Fino a 5 anni fa gestiva un ristorante con la madre ma ora si dedica alla famiglia e ai suoi animali! Ama scrivere e cucinare e dalla vita chiede solo serenità e salute
Sito:


Lascia un commento